Roma Barcellona valencia madrid
Contatti: abogadafernandez@nonbisinidem.com - Ufficio (4 linee) +34 960 627 073 - Linea Italia +39 0861 18 86 156

Come stabilirsi nella Canarie e Forme Giuridiche in Spagna.

Il Governo canario appoggia gli investimenti nei settori strategici nelle isole, per questo la Divisione di Promozione degli investimenti e diversificazione di, impresa pubblica iscritta al Ministero dell’economia e Commercio ha il compito di promuovere tali investimenti nella Comunitá Autonoma di Canarie.

Il Governo canario appoggia gli investimenti nei settori strategici nelle isole, per questo la Divisione di Promozione degli investimenti e diversificazione, impresa pubblica iscritta al Ministero dell’economia e Commercio ha il compito di promuovere tali investimenti nella Comunitá Autonoma di Canarie.

Forme Giuridiche in Spagna

 

Impresa individuale.

Vantaggi:

Idonee per imprese di dimensioni ridotte;

Meno buirocrazia per la costituzione, non devono iscriversi nel Registro delle Imprese.    

Forma piú economica di stabilimento;

Non esige capitale minimo iniziale;

L’impresa é gestita personalmente.

Svantaggi:

Tutto il rischio ricade sul titolare;

Il titolare risponde dei debiti con il patrimonio della sua impresa e con il proprio.

Il titolare deve affrontare spese e imposte cosé come la gestione e l’amministrazione.

Se il contributo é alto la contribuzione IRPEF sará a sua volta alta.

 

Comunitá di beni /Societá civile

Vantaggi:

Necessitá poca burocrazia per la costituzione e costi minimi;

Non esige capitale iniziale;

Fiscalmente pagano sugli utili;

Il rischio d’impresa non ricade su un’unica persona.

Svantaggi:

Si risponde dei debiti con capitale dell’impresa e quello personale;

Non hanno personalitá giuridica, non ha diritti né obbligazioni.

 

Societá Anonima

Vantaggi:

La responsabilitá dei soci si limita al capitale apportato alla societá.

La condizione disocio é cedibile.

Si puó espandere.

Svantaggi:

Alto capitale minino iniziale (60.101,21 € ).

Rigore formale e complessa organizzazione , si deve organizzare minimo un’assemblea di Azionisti l’anno.

Obbligazione di deposito conti annuali nel Registro delle Imprese.

Costi fiscali del 1% sulla cifra del capitale sociale nel momento della costituzione nel ITP e AJD.

 

Societá di Responsabilitá Limitata

Vantaggi:

Responsabilitá limitata al capitale apportato.

Stesso carattere democratico negli organi di Governo delle SA.

Meno rigore formale nell’organizzazione  e minor capitale sociale iniziale (3.005,6 €).

Forma maggiormente scelta.

Svantaggi:

Esigenza di capitale minimo di € 3.005,06 integralmente versato.

Ci possono essere a seconda delle dimensioni degli svantaggi sui versamenti IRPEF.

Non si possono trasmettere le participazioni liberamente senza il consenso di tutti i soci.

Costi fiscali del 1% sulla cifra del capitale sociale nel momento della costituzione nel ITP e AJD.

 

Societá Limitata/Nuova Impresa

Vantaggi:

Utilizzo di forme elettroniche, telematiche e informatiche che agilitano i tempi.

Responsabilitá limitata.

Non esiste un limite minimo di soci.

La contabilitá potrá essere costituita da un unico registro.

Svantaggi:

Esigenza di avere un capitale minimo di € 3.012,00 e un massimo di € 120.202,00.

A seconda delle dimensioni ci possono essere svantaggi rispetto all’IRPEF.

Il numero di soci fondatori non puó essere superiore a cinque.

 

Societá di diritto del lavoro 

Vantaggi:

Responsabilitá limitata.

I soci lavoratori hanno il controllo della societá.É obbligatorio destinare una percentuale dei beneficial fondo di Riserva.

Contributi e esenzioni.

Normativa sugli aiuti particolarmente favorevole.

Svantaggi:

Esige capitale minimo.

Organi sociali piú complessi.

Le azioni non si possono trasmettere liberamente.

Contrattazione limitata di lavoratori a tempo indeterminato.

 

Societá Cooperative

Vantaggi:

Non necessitano di capitale sociale minimo per la costituzione .

I soci possono associarsi e recedere liberamente.

Tutti i soci partecipano negli organi della societá conuguali diritti.

L’oggetto é il bene comune dei lavoratori e non il beneficio economico.

É obbligatorio stabilire una percentuale annuale al Fondo di Riserva e di Educazione e Promozione.

Permette la capitalizzazione per disoccupazione.

Ci sono contributi e esenzioni nelle imposte di ITP e AJD.

Normativa di aiuti favorevole.

Svantaggi:

La gestione democratica puó portare problemi.

Il numero di ore di lavoro per conto aliena dei lavoratori non puó superare il 30% del totale delle ore all’anno.

Quadro comparativo delle differenti societá

 

Forma giuridica

Legislazione di base

Numero di soci

Capitale sociale minimo

Responsabilitá

Regime previdenziale lavoratori

Regime fiscale

Organi di amministrazione

 

Impresa individuale:

1.Impresa individuale: codice civile; non esiste legalmente; limitata; reta ;IRPEF; Titolare;

2.Societá civile: c.c.,  Amministratore unico , legale rappresentante, o tutti i soci;

3.Comunitá di beni:  Amministratori, uno, vari  o tutti.

Societá Commerciali:

1.Societá Anonima: 60.101,21 versato al 25% min.; limitata; regime generale o autonomo; Imposte sulle societá, Assemblea generale di azionisti, Consiglio Amministrazione o Amministratori.

2. Societá Limitata: integralmente sottoscritto e versato dall’inizio; limitata.

3.Societá Limitata Nuova Impresa: da 1 a 5 persone fisiche per la costituzione,tra 3.012 e 120.202 mediante apporti liquidi., “ “ , organo unipersonale o pluripersonale formato da soci.

Societá Commerciale Speciale:

1.Societá di diritto del lavoro: 3. almeno 2 con contratto di lavoro indefinito.dipende se é una SLL o una SAL, Generale o autonomo, possibilitá di scelta, Assemblea dei soci, consiglio di amministrazione.

2.Societá cooperativa: di I grado: min 3 soci lavoratori; di II grado min. 2.dipende da ció che viene stabilito nello statuto ma nessun socio puó versare piú di 1/3.